A  Imola i presepi in mostra

«Solo credendo la fede cresce e si rafforza; non c'è altra possibilità per possedere certezza sulla propria vita se non abbandonarsi, in un crescendo continuo, nelle mani di un amore che si sperimenta sempre più grande perché ha la sua origine in Dio» (Porta Fidei, Benedetto XVI)


Era la notte del Natale 1223 quando Francesco d'Assisi rievocò la nascita di Gesù, facendo una rappresentazione vivente di quell'evento straordinario che ha cambiato il corso della storia.
Ideò il primo presepe: il presepe Greccio.
Dal "successo" di quella prima rappresentazione cominciò a nascere e consolidarsi nel tempo una vera e propria tradizione che, dando ... ali alla creatività, ogni anno fa "contemplare" con rinnovato stupore lo stesso straordinario prodigio: l'incarnazione del Figlio di Dio. Venendo tra noi Gesù ci ha fatto conoscere il Padre: Dio onnipotente e misericordioso!
La bellezza e l'originalità dei presepi qui in mostra, opere d'arte provenienti da persone e luoghi diversi, ci aiutino a mettere al centro del nostro pensiero e della nostra vita Gesù, Colui che è il principale protagonista del Natale, il festeggiato e il "motivo" di queste opere.
La visita di queste mostre ci impegni ad accogliere con crescente fede, amore, umiltà e semplicità la luce, la gioia e la pace che si irradiano dal mistero del Natale.
L'incontro con il Figlio di Dio che si fa Bambino ci renda persone aperte anche alle attese e alle necessità di quanti hanno bisogno, in modo che la nostra fede non sia priva di opere sante: così, nella nostra vita, si rinnoverà quotidianamente la gioia del Natale.
E' il mio augurio che si fa preghiera e gratitudine per queste benefiche iniziative.

Suor Filomena Adamo  - Superiora Generale Piccole Suore di Santa Teresa di Gesù Bambino